Si è tenuto in data 21 gennaio 2020 l’incontro tra l’Amministrazione e le OO.SS per discutere la bozza dello schema di decreto al fine di regolamentare l’avvio dello Smart Working (SW).

Unadis, rappresentata al tavolo dal dottor Floriano Faragò, Segretario Nazionale e Organizzativo, ha voluto sottolineare che nelle altre Agenzie e negli altri Ministeri è stato fondamentale il contributo di Unadis fornito nell’ambito del CUG per la definizione del documento oggetto di incontro.

Al riguardo Faragò ha chiesto chiarimenti su come mai nel decreto di costituzione del CUG di gennaio 2019 l’Agenzia avesse omesso l’inclusione di Unadis e di altre OO.SS. L’Amministrazione ha risposto che Unadis è componente del CUG presso il Ministero del Lavoro, Ente vigilante dell’Agenzia medesima.

Faragò non si è ritenuto affatto soddisfatto dalla risposta fornita dall’Amministrazione.

Unadis ha, inoltre, evidenziato che l’Agenzia è in notevole ritardo (circa 2 anni) rispetto alle Direttive emanate dalla Funzione Pubblica ed ha chiesto maggiore solerzia nell’adempimento di quanto previsto dalla normativa.

Unadis ha anche rappresentato che questo è un tema che interessa molto ai dirigenti che come al solito, in alcune amministrazioni, non sono forse pienamente considerati.

Unadis ha concluso l’intervento chiedendo, per il futuro, di inviare i documenti allegati alle convocazioni al fine di poter avere una bozza di testo dalla quale partire.