CIDA-UNADIS è stata ricevuta oggi dalla Commissione Giustizia del Senato della Repubblica, per una audizione parlamentare sul D.D.L. di riordino dell’ordinamento giudiziario.

Il testo del DDL 1447 con la relazione introduttiva (sito del Senato)

Della Commissione Giustizia erano presenti, tra gli altri, i Senatori Cesare Salvi, Gerardo D’Ambrosio, e l’ex Ministro Roberto Castelli.

In tale occasione, il Sindacato dei Dirigenti ha presentato una propria memoria sui problemi della dirigenza giudiziaria, e sulle proposte della categoria per una migliore gestione degli uffici.
Il documento presentato riassume le posizioni già elaborate dal nostro Ufficio Studi con il contributo di numerosi colleghi e simpatizzanti.

Cida Unadis si è schierata con decisione contro il progetto di controriforma della Dirigenza Giudiziaria, che se approvato, significherebbe la creazione di una figura dirigenziale diversa e minore rispetto a quella dei dirigenti degli altri ministeri.

Questa in sintesi la nostra posizione

  1. no al declassamento dei Dirigenti della Giustizia e sì, invece a una maggiore autonomia dai magistrati capi degli uffici;
  2. si a una riorganizzazione sul territorio dei Servizi alla Giustizia;
  3. più convinzione sul decentramento e creazione dei Provveditorati alla Giustizia.

Qui di seguito puoi leggere il nostro documento:

Il documento presentato alla Commissione Giustizia del Senato (pdf)

Documento presentato al Senato (doc)

e una completa tavola sinottica delle modifiche apportate dal DDL 1447 rispetto al testo del 240.

Tavola sinottica delle modifiche previste al Dlgs 240

Trovi qui, sul sito del Senato una completa panoramica del DDL, delle relazioni e dei lavori della Commissione.

L’azione sindacale di Cida Unadis riprende lunedì prossimo con l’incontro al Ministero della Giustizia per il Contratto Integrativo di Amministrazione.