Il decreto legge n. 146 del 21 ottobre scorso, ha riattribuito all’Ispettorato Nazionale del lavoro una competenza generale in tema di salute e sicurezza, che nel 1978, con la riforma del Sistema sanitario nazionale, era stata assegnata alle AUSL, limitando i poteri degli Ispettorati sostanzialmente al settore edile.

UNADIS è a fianco del nuovo Direttore, il dott. Bruno Giordano, che dal suo insediamento a capo dell’INL si sta prodigando per sensibilizzare il mondo politico e la società civile sul ruolo strategico che può assumere l’Agenzia nella prevenzione e contrasto degli infortuni che quotidianamente colpiscono il mondo del lavoro.

E i dirigenti dell’INL saranno al suo fianco nel momento in cui dovranno riorganizzare gli uffici, con l’ingresso in servizio dei primi 1024 funzionari ispettivi, supportandolo per favorire la massima diffusione delle conoscenze per una gestione in sicurezza e nella legalità del mondo del lavoro.

Al contempo UNADIS accoglie con favore anche l’annunciata iniziativa di costituzione di una Scuola di formazione INL per la dirigenza, che assicurerà, ci si augura, un continuo ed elevato livello di preparazione per i dirigenti dell’INL.

I quali, dal centro al territorio, è bene ricordarlo, sono e saranno l’espressione prima degli sforzi e impegni del nuovo Direttore, anche in relazione alla possibile nascita di una Procura nazionale del lavoro, un progetto inserito in apposito disegno di legge e a favore del quale il dott. Giordano si è espresso anche in occasione di una recente audizione al Senato.

 

Ufficio Stampa Unadis

Angela Corica