Come cittadini siamo alle prese, in questi giorni, con una crisi di governo che, pur determinata nella fisiologia costituzionale, si svolge in un momento particolarmente importante, alla vigilia di significative decisioni economiche e di scadenze internazionali i cui riflessi avranno effetti su cittadini, imprese, famiglie. Come Dirigenti dello Stato, parte integrante delle Istituzioni di questo Paese, auspichiamo uno svolgimento il più possibile rapido della crisi, e chiediamo a tutte le forze politiche il massimo impegno nella ricerca di soluzioni di equilibrio e responsabilità verso gli italiani.  Siamo naturalmente fiduciosi della autorevole guida del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al quale rinnoviamo la nostra stima e rivolgiamo il nostro caloroso incoraggiamento per l’impegno di altissima responsabilità. UNADIS reputa fondamentale la formazione di un Governo che possa far fronte alle tante sfide, economiche e sociali, con cui l’Italia deve misurarsi e per le quali i dirigenti pubblici continueranno a fare la loro parte, consapevoli dell’importanza di assicurare uno sviluppo equo e sostenibile al Paese e del ruolo insostituibile delle donne e degli uomini servitori dello Stato nel rendere la macchina pubblica sempre più efficiente e vicina ai cittadini. Allo stesso tempo, sarà importante avere un Governo che rispetti le competenze, il ruolo e le funzioni dei Dirigenti dello Stato, così da tenere al centro lo spirito di collaborazione proficua e lavoro comune fra dirigenza e politica e ristabilire fiducia ed energia nell’azione quotidiana delle amministrazioni pubbliche, a vantaggio di tutti i cittadini.