Il 30 maggio c.a. si è tenuto presso il Ministero dello sviluppo economico una riunione di contrattazione per discutere il seguente ordine del giorno:

1) Linee di Formazione 2007
2) criteri per il conferimento degli incarichi dirigenziali
3) polizze assicurative
4) criteri per l’applicazione della clausola di salvaguardia (art 62 CCNL 2002-2005)

Per l’UNADIS erano presenti il Franco Mario Sottile e Gianfrancesco Romeo

La trattativa ha dato i seguenti risultati:

1)    E’ stato stipulato l’accordo di formazione per il corrente anno, nel testo allegato,
2)    Per quanto attiene i criteri di conferimento degli incarichi dirigenziali la proposta  dell’amministrazione aveva recepito le osservazioni presentate dalla nostra sigla. Tuttavia le trattative sono state interrote in quanto l’Amministrazione si è irrigidita nel non voler specificare, al pari di accordi sottoscritti presso altre amministrazioni, che si dove pervenire ad una comparazione dei titoli posseduti dai dirigenti che aspirano ad un medesimo incarico. Su tale punto il capo della delegazione di parte pubblica ha riferito di dover informare il vertice dell’amministrazione.
3)    L’amministrazione ha inoltre informato di aver intenzione di aderire alla convenzione CONSIP per la stipula della polizza assicurativa dei dirigenti a decorrere dal prossimo 1° luglio 2007. Le OOSS hanno preso atto invitando a dare, finalmente, immediata attuazione alla disposizione contrattuale.
4)    Le OO.SS. hanno convenuto all’unanimità di non trattare per il momento l’ultimo punto all’ordine del giorno relativo ai criteri di cui all’art. 62 del CCNL (clausole di salvaguardia.

Nel corso della riunione il rappresentante dell’UNADIS ha richiesto informazioni circa i contenuti di alcuni documenti sindacali delle qualifiche che adombrano la possibilità che l’indennità di reggenza (12.000 € annui) corrisposta ad alcuni funzionari del Dipartimento delle politiche di sviluppo e coesione possa gravare sul fondo della dirigenza.
L’amministrazione si è riservata di dare informazioni in merito appena acquisite dal Dipartimento.
Le OOSS hanno, comunque, espresso la loro forte avversione a tale possibilità.