Si riporta il comunicato della riunione tenutasi ieri, 22 Ottobre 2008, tra le Organnizzazioni Sindacali e l’Agenzia del Territorio.

Roma, 22 ottobre 2008

COMUNICATO

Cari colleghi,

vi informo che nella giornata odierna si è svolto il previsto incontro tra le Organizzazioni Sindacali e l’Agenzia, con il seguente ordine del giorno:

1. ricognizione, nelle more della registrazione da parte della Corte dei Conti del decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato del 16 settembre 2008, dei fondi destinati all’incentivazione di tutto il personale;

2. ripartizione, tra il personale dirigente e non dirigente, degli importi derivanti dalla quota incentivante 2007 relativa al conseguimento dei risultati operativi dell’Agenzia ai sensi della Convenzione con il M.E.F. e dai fondi ex comma 165.

Per quanto attiene al primo punto l’Agenzia ha fornito un prospetto riepilogativo riportante i fondi globalmente disponibili per l’incentivazione del personale, dirigente e non, dell’Agenzia del territorio. Per ciò che concerne le voci riguardanti anche il personale dirigente per l’anno 2007 sono previsti:

· una somma pari a € 20.245.000,00 (stesso importo già previsto per l’anno 2006) per la quota incentivante;

· un importo pari a € 33.836.000,00 (con una riduzione di € 11.164.000,00 rispetto all’anno 2006) per il fondo di cui al comma 165.

Tali somme dovranno essere oggetto di contrattazione per la loro ripartizione e quindi l’individuazione di quelle spettanti al solo personale Dirigente per la corresponsione del premio di risultato anno 2007.

Le Organizzazioni Sindacali, proprio in relazione alla forte riduzione della quota di cui al suddetto comma 165, prevista dal Decreto del Ministro dell’Economia e Finanze, hanno richiesto all’Amministrazione di integrare la somma prevista con altre risorse ed in particolare con quelle destinate al potenziamento dell’Agenzia, che appaiono sperequate, rispetto a quelle assegnate allo stesso Ministero.

Anche la nostra Organizzazione sindacale si è espressa in tal senso.

L’Agenzia sulla base delle richieste ha ritenuto opportuno un momento di riflessione e quindi l’esame e l’eventuale definizione dell’accordo (punto 2 dell’O. d.G.) è stata destinata ad un prossimo incontro

Al termine della riunione abbiamo ritenuto necessario però rappresentare la particolare posizione dei dirigenti incaricati, per i quali potrebbe ventilarsi un “ingiusto arricchimento del sistema pubblico” a scapito degli stessi interessati, in quanto, in base alle norme vigenti, nonostante tale personale svolga le funzioni dirigenziali e venga remunerato in relazione alla posizione dirigenziale ricoperta, allo stesso, come noto, viene riservato un diverso trattamento ai fini pensionistici, rispetto a quanto previsto per i dirigenti di ruolo. In tal senso abbiamo richiesto un intervento dell’Agenzia, eventualmente anche di carattere normativo, per dar soluzione a tale problematica, ormai non più sostenibile visto anche il crescente numero di Dirigenti incaricati.

Saluti cari

Claudio Mastrantonio