Care colleghe e colleghi,

con nota n. ~015320-P-18/04/2011 ~015320-P-18/04/2011 la Direzione Generale Personale Organizzazione e Bilancio ha avviato una “ricognizione interna per conferimento di un incarico presso ufficio VII DGPROG”. L’Iniziativa per molteplici ragioni suscita notevoli perplessità.
In sostanza, si tratta di una specie d’interpello non per il reperimento, ma una ricognizione preliminare d’indisponibilità (non è solo un gioco di parole) all’interno dell’Amministrazione di non meglio precisate “figure professionali” in possesso di requisiti insoliti, come “Esperienza superiore a 15 anni nel settore del coordinamento e management di progetti complessi” di “coordinatore del progetto operativo di assistenza tecnica (POAl) a beneficio delle 4 regioni dell’obiettivo convergenza (non meglio identificate). Non si dice se trattasi di professionalità dirigenziale o funzionale elevata e, in ogni caso, non pare sia una figura prevista dalla pianta organica. Nulla si dice della retribuzione prevista.
Insomma, sta per consumarsi al Ministero della Salute, sotto l’ormai consueta insegna della “necessità e urgenza”, l’ennesima vicenda che appare veramente assurda.
ll massimo del paradosso è raggiunto là dove, per potere avanzare la candidatura, si pretende il nulla osta rilasciato dal Direttore della struttura generale di appartenenza (sic!).
In relazione alle numerose richieste di chiarimento pervenute al nostro Coordinatore del Settore Salute, dott. Faragò. Poiché i tempi stringono invitiamo tutti gli interessati a presentare domanda, anche senza il richiesto nulla osta del Direttore Generale della struttura di appartenenza. Un nulla osta non previsto da alcuna norma, anzi illegittimo.
Ci riserviamo di sviluppare ogni iniziativa consentita dalla normativa.
Vi terremo come sempre informati.

Pasquale Michienzi
Vice Segretario Nazionale CIDA-UNADIS