Il Rappresentante per il MEF

Notizie del 15 aprile 2011

La convocazione dell’Amministrazione per il 15 c.m. conteneva come ordine del giorno la dicitura “FUA 2010”. Di fatto si è trattato dell’accordo, come ogni anno, per la ripartizione delle risorse da economie di gestione e dal servizio di assistenza fiscale ai dipendenti delle Amministrazioni statali, fra fondi delle aree e fondi della dirigenza.( per il 2010 ancora esistono i due fondi tesoro ed i due fondi finanze)
Premesso che, a seguito dei tagli previsti dalla normativa vigente,l’importo delle risorse è realmente esiguo come facilmente deducibile dall’allegato accordo e tabella, la liquidazione del dovuto ai singoli dovrà avvenire in contemporanea per dirigenti e qualifiche a grande richiesta di CGL,CISL,UIL ed UNSA. Anzi la CGL, pur dichiarandosi disponibile alla firma l’ha rinviata a quando si sottoscriverà il fondo delle aree.
Particolare di non poco rilievo è il fatto che, per la costituzione del fondo dei dirigenti ovvero per la parte contrattabile “ risultato”, l’Amministrazione è ancora in attesa di chiarimenti dalla Funzione Pubblica e/o dalla Ragioneria Generale dello Stato, stante le varie interpretazioni su destinazione di somme e numero di organico.
Il paradosso, quindi questa volta, potrebbe essere che, se i tempi di liquidazione ai dirigenti si dovessero allungare, ob torto collo si allungherebbero anche i tempi di liquidazione per il personale delle aree.
Nel frattempo, essendo indicato nell’accordo medesimo l’impegno delle parti ad un incontro tempestivo per la definizione del fondo della separata area, entità e criteri di distribuzione inclusi, chissà che la spinta ad accelerare i tempi non venga proprio a seguito della richiesta delle citate sigle?
Altra notizia che può interessare è il fatto che tutte le sigle sindacali hanno sollecitato la discussione sul rinnovo dell’assicurazione per responsabilità civile prevista dal Contratto Nazionale e che a fine anno scadrà per il settore finanze mentre per quello tesoro è scaduta da tempo e l’importo determinato in 250 euro annue pro capite, anche per il 2010, viene versato al fondo.

Mariarosaria Rossi

Accordo FUA 2010 (15 aprile 2011)