In data 30 luglio 20202 si è svolto, in videoconferenza, l’incontro tra il Ministro della Difesa e le Organizzazioni Sindacali.

In tale occasione Unadis ha chiesto:

– il rispetto della funzione dirigenziale e del ruolo di chi dirige, indirizza, coordina e controlla gli uffici dirigenziali alla Difesa;

– la corretta applicazione anche alla Dirigenza della legge 244. La parola Fondi è al plurale. Anche ai dirigenti deve spettare una percentuale dei risparmi;

– l’avvio dell’applicazione del CCNL firmato il 9 marzo 2020, soprattutto in tema di Conferimento degli incarichi dirigenziali;

– una veloce chiusura degli interpelli, perché coprire gli uffici è indispensabile per l’efficienza e l’efficacia dell’azione amministrativa

– la programmazione degli interpelli e procedure celeri (8 mesi di vacatio di un ufficio, non pare un tempo congruo per garantire efficienza);

– rotazione tra gli incarichi dirigenziali, in quanto il dirigente è manager e ben può dirigere vari uffici, di personale, di bilancio, di contratti, di bilancio… Inoltre, la rotazione serve anche a far crescere il dirigente ed è utile ai fini dell’anticorruzione.

Il Ministro ha ringraziato ed ha assicurato – insieme al sottosegretario Tofalo, con delega sul personale civile, anche dirigenziale  –  la massima attenzione alle nostre istanze.