Il Presidente dottor Giovanni Tamburino, recentemente nominato Capo Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, ha voluto incontrare, separatamente, tutte le Organizzazioni Sindacali del personale, per un primo contatto e reciproca conoscenza.

Nell’incontro necessariamente breve del 28 febbraio, abbiamo presentato la peculiarità di Cida-Unadis che è un’Organizzazione di soli dirigenti e, in quanto tale, si pone come Organizzazione a tutela della funzione dirigenziale; ciò comporta, come conseguenza, che Cida-Unadis non ha posizioni pregiudizialmente contrapposte a quelle dell’Amministrazione.
Uno dei nostri più rilevanti obiettivi è di “accompagnare” l’Amministrazione verso scelte che siano coerenti con lo spirito e con la lettera delle norme, siano contrassegnate da trasparenza, razionalità ed equità nel superiore interesse generale del Paese.
Ci siamo anche soffermati sulla singolarità del ruolo del dirigente pubblico, che è contemporaneamente lavoratore dipendente e datore di lavoro.
Ciò dovrebbe comportare l’abbandono, da parte dei vertici delle Amministrazioni, della pretesa di esercitare una sorta di “assorbenza” nei confronti della dirigenza di seconda fascia, tale – ad esempio – da escluderne il coinvolgimento nei processi di riorganizzazione degli apparati.
Noi riteniamo, invece, che le Organizzazioni Sindacali della dirigenza meritino la chiamata a protagoniste nella elaborazione dei processi, superando le “anguste” relazioni sindacali che Brunetta, in certe materie, ha ristretto alla mera consultazione.
Lo spirito della contrattualizzazione consente la sperimentazione di nuove e più coraggiose frontiere di confronto tra datore di lavoro pubblico e Organizzazioni Sindacali dei dirigenti in direzione, almeno, della consultazione e, ove torni utile all’interesse generale, della concertazione.

Per quanto riguarda la dirigenza Dap abbiamo richiamato l’attenzione del Capo Dipartimento sulla singolarità della coesistenza di soggetti con rapporto di lavoro sia di natura giuridica pubblica che di natura privatistica.
Nella ristrettezza del tempo disponibile – per noi come per le altre OO.SS. – abbiamo sottolineato l’urgenza di portare a termine rapidamente la procedura per l’erogazione della retribuzione di risultato per l’anno 2009 ai dirigenti dell’Area 1^ ed alla necessità di rivisitare il sistema di valutazione e l’impianto del sistema di conferimento degli incarichi dirigenziali.
Per i dirigenti in regime di diritto pubblico abbiamo sottolineato l’urgenza della sistemazione giuridico-economica attraverso accordi da recepire in Dpr.

Il Capo Dipartimento ha apprezzato le nostre impostazioni prendendo buona nota dei nostri suggerimenti e si è impegnato a convocare al più presto il tavolo plenario delle OO.SS. della dirigenza Dap.

Vi terremo informati.

Il Segretario Generale Cida Unadis
Massimo Fasoli