Agenzia per la Coesione Territoriale – Comunicato sull'incontro del 2 dicembre 2015

Mercoledi 2 dicembre 2015 è stata firmata una ipotesi di accordo sul Fondo per la retribuzione di posizione e di risultato dei dirigenti di II fascia dell’Agenzia per la Coesione.

L’accordo siglato anche da UNADIS prevede un riparto della consistenza del Fondo che per l’85% sia destinato alla retribuzione di posizione e per il 15% al risultato, secondo un criterio già adottato anche al Ministero dello Sviluppo economico, dai cui ruoli provengono i colleghi dirigenti dell’Agenzia.

Più specificamente, per la retribuzione di posizione parte variabile, sono previste tre fasce di cd. “pesatura” degli uffici, la più alta delle quali prevede una posizione variabile annuale lorda di poco più di 33mila euro e le altre, rispettivamente, di circa 30mila e circa 28mila, con un differenziale di 2600 euro fra l’una e l’altra.

Sulla retribuzione di risultato annuale UNADIS ha chiesto che non venissero introdotte ulteriori differenziazioni fra le fasce, che avrebbero aumentato la forbice tra queste, ed è quindi stabilita in circa 7500 euro lordi annui per ciascuna delle tre fasce.

L’ipotesi di accordo prevede anche che gli interim siano retribuiti con con una retribuzione aggiuntiva pari al 25% della posizione parte variabile prevista per l’ufficio conferito ad interim.

L’Accordo definitivo sarà stipulato non appena il MISE avrà definitivamente certificato la consistenza finale del Fondo.

Scarica il Comunicato in PDF

Accordo Fondo di posizione e di risultato 2015

Leggi i commenti o lasciane uno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *