DICHIARAZIONE DEI REDDITI DEI DIRIGENTI E DIRITTI REALI ON LINE !

Comunicato 22 gennaio 2013

I DIRIGENTI PUBBLICI DEVONO ESSERE PIU’ TRASPARENTI DI POLITICI E MAGISTRATI: vogliono ON LINE le nostre dichiarazioni dei redditi!

COMUNICATO

In questi minuti il Consiglio dei Ministri sta approvando un decreto legislativo che ci obbligherà a pubblicare sui siti Internet delle amministrazioni la nostra ultima dichiarazione dei redditi, nonché i diritti reali, le quote, le azioni possedute, e chissà cosa altro.
Deputati e i Senatori devono rendere pubblici i propri redditi e la consistenza del proprio patrimonio – afferma il Segretario generale dell’UNADIS, d.ssa Barbara Casagrande – ma li comunicano alla propria Camera di appartenenza. Inoltre, noi dirigenti siamo vincitori di concorsi pubblici, non siamo eletti da nessuno, siamo dipendenti pubblici. Le nostre retribuzioni risultano dal sito Aran e ogni eventuale incarico aggiuntivo, sempre autorizzato dall’amministrazione di appartenenza, confluisce in un Fondo per la Retribuzione di Risultato. Questo decreto appare un’azione mediatica: si vuole far credere che si stia incidendo su chissà quale settore, ricco e poco chiaro, mentre non è così. Altri sono i ricchi e ben nascoste sono le loro dichiarazioni dei redditi. Ma il popolo viene distratto, in tal modo, dalle vere retribuzioni d’oro e dai reali sprechi, che non nascono dai dirigenti pubblici.
ROMA, 22 GENNAIO 2013

Leggi i commenti o lasciane uno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *