Ministero Beni e Attività Culturali. Risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro. Il Segretario generale scrive al Ministro.

Il Segretario Generale

Roma, 21 dicembre 2009

Al Ministro per i Beni e le Attività Culturali

Fax: 06/6723 2287

Oggetto:  risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro da parte delle           pubbliche amministrazioni. Decreto legge 01/07/2009 n°78 convertito, con        modificazioni, con legge 03/08/2009 n° 102.

In relazione alla norma di legge in oggetto indicata, codesta Amministrazione ha provveduto a dare applicazione operativa alla risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro. Al riguardo non si comprende in base a quali linee direttive in materia si è provveduto alla individuazione dei dirigenti quali destinatari delle predette disposizioni, dato che non risulta emanata alcuna direttiva  del Ministro successivamente all’entrata in vigore della citata legge 102/2009. Soltanto un’ applicazione meccanica e generalizzata nei confronti di tutti i dirigenti con quaranta anni di anzianità contributiva giustificherebbe l’eventuale assenza della direttiva ministeriale.

Rimane fermo il drastico giudizio negativo di questo sindacato circa il carattere incostituzionale della legge sotto molti profili e, soprattutto, l’assoluta mancanza di senso di responsabilità per il buon funzionamento degli uffici e delle istituzioni culturali dimostrata dal vertice polito- amministrativo di codesto Ministero.

Si chiede, pertanto, di conoscere l’esistenza o meno della direttiva del Ministro applicata nonché se l’invio del preavviso previsto per il recesso unilaterale sia stato già eseguito nei confronti di tutti i dirigenti, senza eccezioni, che si trovano nelle condizioni previste dalla legge.

Massimo Fasoli