Ministero della Difesa – Comunicato sull'incontro del 21 novembre 2019

In data 21 novembre 2019 Unadis è stata ricevuta dal Ministro della Difesa, on. Guerini.

Il dott. Floriano Faragò, segretario nazionale ed organizzativo di Unadis presente all’incontro, ha evidenziato le seguenti problematiche di maggior rilievo per la dirigenza della Difesa:

1.      Occorre procedere quanto prima alla distribuzione sui fondi del personale civile (e quindi anche su quello della dirigenza civile) della quota parte di risparmi derivanti dai processi di riorganizzazione in chiave riduttiva attuati a seguito della legge 244/2012. Tali risparmi, ormai certificati dal MEF, devono affluire sui fondi, in quota parte da contrattare, secondo le disposizioni della legge 244/2012. Il dott. Faragò ha chiesto che la questione sia affrontata e risolta nel più breve tempo possibile.

2.      Gli interpelli per la copertura dei posti vacanti e di quelli in scadenza di I e II fascia non sempre sono avviati tempestivamente in modo di garantire la continuità delle funzioni senza alcuna soluzione. Spesso gli interpelli hanno durata estremamente lunga. Alcuni posti di prima fascia sono rimasti scoperti per molti mesi (in un caso per più di un anno) prima che le procedure si concludessero. In molti casi i dirigenti hanno ottenuto la conferma nell’incarico solo pochissimi giorni prima della scadenza del precedente contratto. Ciò causa evidenti problemi di funzionalità dell’Amministrazione e pregiudica le legittime aspettative della dirigenza all’ottenimento di un nuovo incarico (o della conferma) alla scadenza del precedente contratto ovvero all’aspirazione ad un incarico di livello superiore.

3.      La carenza dei dirigenti in servizio determina la cronica scopertura di uffici di elevate responsabilità, specie nel delicato settore degli acquisti, ma di livello retributivo basso a causa di una graduazione economica degli uffici non sempre ottimale. Emblematico il caso delle divisioni pagamenti delle Direzioni che da anni si trovano periodicamente e per lunghi periodi privi del dirigente titolare.

4.      È stata chiesta l’urgente riconvocazione del tavolo rinviato a data da destinarsi dall’Amministrazione per la sottoscrizione del CCNI dirigenza per il risultato 2018. Unadis è pronta a confrontarsi costruttivamente sulla questione in modo da garantire ai dirigenti civili della Difesa la corresponsione del risultato 2018 nel più breve tempo possibile. Già in occasione della firma dell’accordo del 2017 era stata evidenziata la necessità di garantire una più adeguata tempistica per la liquidazione della retribuzione di risultato, al pari dei Ministeri più tempestivi.

L’amministrazione ha risposto ad UNADIS che la retribuzione di risultato dei dirigenti ripartirà nei prossimi giorni e quindi sarà definita a breve. Inoltre, ha evidenziato che ci saranno nuove assunzioni dirigenziali dalla SNA per sopperire agli uffici vacanti.

Il sig. Ministro ha proposto un tavolo ad hoc per un’indennità propria a favore dei dipendenti del Ministero della difesa aggiungendo che prevede di assumere fino a 3000 civili entro il 2024.

Leggi i commenti o lasciane uno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *